08/07/2018

Ideazione suicidaria fra gli adolescenti: fattori predisponenti


Graziottin A.
Ideazione suicidaria fra gli adolescenti: fattori predisponenti
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

CONDIVIDI SU
Commento a:
Sami H, Danielle L, Lihi D, Elena S.
The effect of sleep disturbances and internet addiction on suicidal ideation among adolescents in the presence of depressive symptoms
Psychiatry Res. 2018 Mar 28;267:327-332. doi: 10.1016/j.psychres.2018.03.067. [Epub ahead of print]

Analizzare i fattori predisponenti all’ideazione suicidaria fra gli adolescenti: è questo l’obiettivo dello studio di H. Sami e collaboratori, della School of Behavioral Sciences presso l’Academic College di Tel-Aviv Jaffa, Israele.
In particolare, gli Autori hanno preso in considerazione tre potenziali variabili: i disturbi del sonno, la depressione e la dipendenza da internet.
Lo studio è stato condotto su 631 adolescenti di età compresa fra i 12 e i 18 anni, reclutati a caso in diverse scuole medie e superiori. Questi i risultati dell’indagine:
- il 22.9% dei partecipanti ha avuto un’ideazione suicidaria nel mese antecedente lo studio;
- il 42% soffre di disturbi del sonno;
- il 30.2% accusa una forte dipendenza da internet;
- il 26.5% manifesta sintomi severi di depressione.
L’analisi sistematica di questi dati grezzi conferma che gli adolescenti che sviluppano un’ideazione suicidaria hanno alti tassi di disturbi del sonno, a loro volta modulati dalla dipendenza da internet e dalla depressione. Ulteriori studi potranno fare luce sulla precisa sequanza temporale degli eventi e sugli specifici rapporti di causa ed effetto.
Questi risultati sottolineano comunque l’importanza, per le famiglie, le scuole e i medici pratici, di porre in atto adeguati programmi di educazione e prevenzione.

top


© 2018 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.