01/09/2019

Farmaci teratogeni e contraccezione ormonale: il ruolo dei medici di famiglia


Graziottin A.
Farmaci teratogeni e contraccezione ormonale: il ruolo dei medici di famiglia
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

CONDIVIDI SU
Commento a:
Panchal BD, Cash R, Moreno C, Vrontos E, Bourne C, Palmer S, Simpson A, Panchal AR.
High-risk medication prescriptions in primary care for women without documented contraception
J Am Board Fam Med. 2019 Jul-Aug;32(4):474-480. doi: 10.3122/jabfm.2019.04.180281

Accertare se la prescrizione, da parte dei medici di famiglia, di farmaci potenzialmente teratogeni a donne in età fertile si accompagni sempre alla verifica e, se necessario, alla prescrizione di un’adeguata contraccezione: è questo l’obiettivo dello studio retrospettivo coordinato da Bethany D. Panchal ed espressione dell’Ohio State University College of Medicine, di Columbus, e della Cleveland Clinic Foundation, Stati Uniti.
Lo studio è stato condotto, in due ambulatori, su 3956 donne di età compresa fra i 13 e i 45 anni. A 988 di esse (25%) era stato prescritto almeno un farmaco ad alto rischio.
Questi, in sintesi, i risultati:
- i farmaci più frequentemente prescritti sono l’ondansetron (un antiemetico) (n = 724; 73%) e il lisinopril (un antipertensivo) (n = 195; 20%);
- al 55% delle donne questi farmaci sono stati prescritti senza verificare o impostare una qualsiasi forma di contraccezione;
- escludendo l’ondansetron, al 10% del campione è stato prescritto almeno un farmaco ad alto rischio e nel 62% dei casi questo è avvenuto senza nessun tipo di controllo della fertilità;
- le donne di età inferiore ai 25 anni hanno una minore probabilità di vedersi prescritto un contraccettivo ormonale quando assumono un farmaco potenzialmente teratogeno (OR 0.47; 95% CI 0.34-0.66).
I medici di famiglia dovrebbero essere formati a una maggiore attenzione ai potenziali effetti teratogeni dei farmaci che prescrivono e a una periodica valutazione dei progetti riproduttivi delle loro pazienti.

top


© 2019 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.