21/07/2019

Disturbi del comportamento alimentare e condotta sessuale: le correlazioni individuate da un recente studio americano


Graziottin A.
Disturbi del comportamento alimentare e condotta sessuale: le correlazioni individuate da un recente studio americano
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

CONDIVIDI SU
Commento a:
Fergus KB, Copp HL, Tabler JL, Nagata JM.
Eating disorders and disordered eating behaviors among women: associations with sexual risk
Int J Eat Disord. 2019 Jul 3. doi: 10.1002/eat.23132. [Epub ahead of print]

Valutare se i disturbi del comportamento alimentare nelle giovani donne correlino con condotte sessuali a rischio: è questo l’obiettivo della ricerca coordinata da Kirkpatrick B. Fergus, ed espressione dei Dipartimenti di Urologia e Pediatria dell’Università di California a San Francisco, e del Dipartimento di Sociologia dell’Università del Wyoming a Laramie, Stati Uniti.
L’analisi è stata condotta su 5899 donne di età compresa fra i 18 e i 26 anni, che avevano partecipato al National Longitudinal Study of Adolescent to Adult Health.
I disturbi del comportamento alimentare presi in considerazione includono il digiuno forzato e il salto programmatico dei pasti, il vomito autoindotto, l’abuso di pillole dietetiche, il ricorso a lassativi e diuretici, il binge eating (abbuffate che si ripetono almeno una volta la settimana per un periodo di tre mesi).
I comportamenti sessuali a rischio, in un follow up di sette anni, includono l’elevata promiscuità e il ridotto uso del profilattico.
Questi, in sintesi, i risultati:
- avere un disturbo del comportamento alimentare si associa a un più elevato numero di nuovi partner sessuali (B = 1.09, 95% CI [0.18, 2.00]) e a un meno frequente utilizzo del profilattico (OR 0.70, 95% CI [0.53, 0.94]), soprattutto fra le donne non sposate;
- i medici che hanno in cura una giovane per un disturbo del comportamento alimentare dovrebbero verificare anche la sussistenza di condotte sessuali a rischio, e proporre alle proprie pazienti un counselling mirato sul sesso protetto.

top


© 2019 - Prof. Alessandra Graziottin

FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.