10/10/2019

Fibromi uterini: che cosa sono, come si curano – Parte 2


Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano
Sintesi dell'intervista e punti chiave

Fibromi uterini: che cosa sono, come si curano – Parte 2

Scarica l'intervista:
Fibromi uterini: che cosa sono, come si curano – Parte 2
(6.422 kByte)

CONDIVIDI SU

Sintesi dell'intervista e punti chiave

La scorsa settimana abbiamo descritto i diversi tipi di fibromi uterini e i sintomi che possono provocare. Abbiamo inoltre spiegato i benefici dell’ulipristal acetato e dell’HIFU (High Intensity Focused Ultrasound). Oggi completiamo la nostra analisi approfondendo alcuni aspetti relativi all’epidemiologia, alle terapie e alla tutela della fertilità.
Nella seconda e ultima parte di questa intervista, la professoressa Graziottin illustra:
- perché i fibromi uterini, in passato, tendevano ad essere sottovalutati, con il risultato di dover intervenire quando erano ormai di grosse dimensioni;
- il consistente risparmio economico consentito dall’ulipristal acetato rispetto alla chirurgia;
- a partire da quale età la donna può, mediamente, ammalarsi di fibromatosi;
- l’importanza della familiarità nella genesi della patologia;
- in quali casi è comunque opportuno ricorrere alla terapia chirurgica;
- che cos’è la “slaminazione” dei fibromi che si verifica in gravidanza;
- perché l’HIFU è preferibile all’embolizzazione dell’arteria uterina;
- come proteggere la fertilità in generale: prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse (con uso costante del profilattico), zero fumo (estremamente tossico per l’ovaio), poco alcol, peso forma e movimento fisico quotidiano.

Per gentile concessione di Radio Gamma Cinque

top


Audio e video stream correlati:
Fibromi uterini: che cosa sono, come si curano – Parte 1

Parole chiave:
Chirurgia ginecologica - Fertilità e infertilità - Fibromatosi uterina - Stili di vita - Ulipristal acetato - Ultrasuoni focalizzati ad alta intensità (HIFU)


© 2019 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.