19/12/2019

Dolore mestruale: quando è necessario preoccuparsi


Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano
Dolore mestruale: quando è necessario preoccuparsi
CONDIVIDI SU

Sintesi del video e punti chiave

Un dolore mestruale leggero, che passi con un semplice antinfiammatorio, è una situazione che si può definire parafisiologica, ossia vicina alla normalità. Se invece il dolore da ciclo diventa invalidante, ossia di intensità tale da impedire le normali attività quotidiane, è importante procedere a una diagnosi accurata, soprattutto quando c’è il rischio che la causa di quella sofferenza sia una malattia subdola e temibile come l’endometriosi.
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come fra la prima manifestazione del dolore mestruale e la diagnosi di endometriosi passino in media 7-9 anni;
- quali sono le principali cause di questo enorme ritardo diagnostico;
- perché il dolore mestruale che in passato provavano le mamme e le nonne non può essere preso, oggi, come punto di riferimento clinico e, tantomeno, motivo di consolazione;
- quali sono, in particolare, i rischi correlati a un eccesso di cicli dolorosi;
- che cos’è l’endometriosi e da quali sintomi è caratterizzata;
- qual è la terapia di prima scelta, e quali obiettivi permette di conseguire.

Realizzazione tecnica di Monica Sansone

top

Parole chiave:
Dolore mestruale / Dismenorrea - Endometriosi - Fertilità e infertilità - Gravidanza tardiva - Infiammazione - Terapia medica


© 2019 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.