12/05/2019

Sindrome metabolica da ovaio policistico: impatto sulla fertilità


Graziottin A.
Sindrome metabolica da ovaio policistico: impatto sulla fertilità
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

CONDIVIDI SU

Commento a:
He Y, Yao Lu, Zhu Q, Wang Y, Lindheim SR, Qi J, Li X, Ding Y, Shi Y, Wei D, Chen ZJ, Sun Y.
Influence of metabolic syndrome on female fertility and in vitro fertilization outcomes in PCOS women
Am J Obstet Gynecol. 2019 Mar 22. pii: S0002-9378(19)30489-2. doi: 10.1016/j.ajog.2019.03.011. [Epub ahead of print]

Valutare se la sindrome metabolica correlata alla policistosi ovarica influisca negativamente sulla fertilità femminile e sugli esiti della fecondazione in vitro: è questo l’obiettivo dello studio condotto da Y. He e collaboratori, del Centro di Medicina Riproduttiva presso la Jiao Tong University di Shanghai, Cina.
Le donne affette da sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) soffrono spesso di sindrome metabolica (MetS) a causa dell’insulino resistenza, dell’obesità viscerale e della dislipidemia associate alla patologia.
Lo studio è stato condotto su 1508 donne affette da PCOS, così suddivise:
- 410 affette da MetS (27%);
- 1098 non affette da MetS (73%).
Alla baseline sono stati misurati tutti i più rilevanti parametri metabolici, inclusi l’indice di massa corporea, la circonferenza di vita e anche, la pressione sanguigna, il profilo lipidico, i livelli di glucosio a digiuno e a due ore dai pasti, e i livelli di insulina dopo test da carico orale di glucosio.
Questi, in sintesi, i risultati:
- le donne affette da MetS presentano un’infertilità più duratura (4.0±2.2 vs. 3.7±2.2, P=0.004);
- nel corso della stimolazione ovarica, le donne affette da MetS: 1) richiedono un numero maggiore di giorni di stimolazione; 2) hanno più bassi livelli di estradiolo, meno ovociti recuperati, meno embrioni disponibili e un minore tasso di utilizzo degli ovociti; 3) soffrono più frequentemente di sindrome da iperstimolazione ovarica;
- il tasso cumulativo di nati vivi non mostra differenze statisticamente significative fra i due gruppi (57.8% vs 62.2%, P=0.119).
In conclusione, la MetS associata alla PCOS impatta negativamente sulla fertilità femminile e sulla fecondazione in vitro.

top



FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.