08/07/2018

Danni del fumo: dimostrato un accumulo di metalli tossici per la gravidanza


Graziottin A.
Danni del fumo: dimostrato un accumulo di metalli tossici per la gravidanza
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

CONDIVIDI SU

Commento a:
Zhu Y, Li Z, Pang Y, Huo W, Li N, Li Z, Zhang J, Ye R, Wang B.
Association between chronic exposure to tobacco smoke and accumulation of toxic metals in hair among pregnant women
Biol Trace Elem Res. 2018 Mar 1. doi: 10.1007/s12011-018-1274-5. [Epub ahead of print]

Valutare i rischi del fumo passivo per la gravidanza: è questo l’obiettivo dello studio di Y. Zhu e collaboratori, dell’Institute of Reproductive and Child Health presso l’Università di Pechino, Cina.
Il tabacco contiene vari metalli pesanti caratterizzati da pericolosi effetti tossici. Gli Autori ne hanno studiato l’accumulazione a lungo termine nei capelli di 252 donne incinte delle provincie di Shanxi ed Hebei, nel nord del Paese: tutte le partecipanti erano non fumatrici e avevano precedentemente dato alla luce dei bambini sani.
Nei campioni di capelli sono stati rilevati i quantitativi di nicotina, di cotinina (un metabolita della nicotina) e di cinque metalli potenzialmente tossici: argento, cromo, cadmio, mercurio e piombo.
I risultati hanno confermato la sussistenza di una correlazione significativa:
- fra i livelli di cotinina e quattro metalli: argento (r = 0.369, p < 0.001), cadmio (r = 0.185, p < 0.01), mercurio (r = 0.161, p < 0.05) e piombo (r = 0.243, p < 0.001);
- fra i livelli di nicotina e tre metalli: argento (r = 0.331, p < 0.001), cadmio (r = 0.176, p < 0.01) e piombo (r = 0.316, p < 0.001).
La conclusione è che, a lungo termine, il fumo passivo può determinare un accumulo di metalli potenzialmente tossici nell’organismo, con gravi rischi in caso di gravidanza.

top



FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.