01/09/2019

Conflitto con i genitori e depressione in età adulta: correlazioni cliniche


Graziottin A.
Conflitto con i genitori e depressione in età adulta: correlazioni cliniche
"Science News" - Segnalazioni e commenti on line su articoli scientifici di particolare interesse

CONDIVIDI SU

Commento a:
Alaie I, Låftman SB, Jonsson U, Bohman H.
Parent-youth conflict as a predictor of depression in adulthood: a 15-year follow-up of a community-based cohort
Eur Child Adolesc Psychiatry. 2019 Jul 13. doi: 10.1007/s00787-019-01368-8. [Epub ahead of print]

Accertare se conflitti più o meno gravi con i genitori predispongano i figli alla depressione in età adulta: è questo l’obiettivo dello studio coordinato da Iman Alaie, ed espressione della Uppsala University, della Stockholm University, del Karolinska Institutet e dello Stockholm County Council, Svezia.
Gli studi precedenti hanno dimostrato che una relazione familiare conflittuale predispone alla depressione nell’adolescenza, al rischio di ricadute e a una peggiore risposta alle terapie. Non è invece chiaro se tale quadro possa persistere nell’età adulta.
L’analisi è stata condotta su 382 individui, di cui 227 con una storia di depressione infantile o adolescenziale, e 155 controlli. Le interviste diagnostiche sono state condotte a 16-17 di età, e 15 anni più tardi. I dati sono stati corretti in base al sesso, alla presenza di disturbi del comportamento e ad altre avversità familiari.
Questi, in sintesi, i risultati:
- fra gli adolescenti depressi, un conflitto grave con i genitori è un forte fattore predittivo di depressione in età adulta (OR 2.28, 95% CI 1.07-4.87);
- i conflitti minori non si associano in misura significativa alla depressione in età adulta;
- il conflitto con i genitori non è predittivo di disturbi d’ansia, uso di sostanze, suicidio, disturbi somatoformi, disturbi psicotici.
Questi dati confermano l’importanza di prendere in considerazione il contesto familiare, e le sue dinamiche, nella prevenzione e nella cura della depressione adolescenziale e giovanile.


top



FAIR USE: Il contenuto di questo lavoro è a libera disposizione per il download, la stampa e la lettura a titolo strettamente personale e senza scopo di lucro. Ogni citazione per finalità didattiche e/o scientifiche dovrà riportare il titolo del documento, il nome dell'autore (o degli autori), i dati del libro o della rivista da cui il lavoro è tratto, e l'indirizzo del sito (www.alessandragraziottin.it).

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.